Un’auto per la CEC “Casa Madre della Speranza”

La CEC “Casa Madre della Speranza” della Comunità Papa Giovanni XXIII ora ha bisogno del tuo aiuto per raccogliere gli 8.000€ necessari all’acquisto di un’auto, necessaria agli operatori e ai ragazzi per tutte le attività quotidiane. Aiutali anche tu!

Un’auto per la CEC “Casa Madre della Speranza”

La CEC “Casa Madre della Speranza” della Comunità Papa Giovanni XXIII ora ha bisogno del tuo aiuto per raccogliere gli 8.000€ necessari all’acquisto di un’auto, necessaria agli operatori e ai ragazzi per tutte le attività quotidiane. Aiutali anche tu!

L’uomo non è il suo errore
La CEC “Casa Madre della Speranza” è una realtà di accoglienza della Comunità Papa Giovanni XXIII aperta dal 2018 a Malmissole (FC), presso i locali della Parrocchia San Michele Arcangelo. 

Qui vivono ragazzi a cui, dopo un percorso conoscitivo svolto in carcere, è stato concesso di scontare la pena in maniera alternativa, mettendosi al servizio degli altri e della comunità. Tutti affrontano un percorso molto strutturato che ha il fine di rieducare all’amore grazie alla preghiera, al lavoro, alle responsabilità e al dialogo. La graduale presa di coscienza della gravità del reato e del male commesso, viene accompagnata dalla speranza di poter ricominciare una vita diversa,

Viene offerta loro una nuova possibilità, perché il pensiero alla base del CEC, seguendo le parole di don Oreste Benzi, è che "l’uomo non è il suo errore".

Un’auto nuova per tutte le attività quotidiane
Gli operatori accompagnano i ragazzi accolti in pena alternativa, sia alle visite mediche di cui hanno bisogno, che ai colloqui di lavoro, agli incontri con gli assistenti sociali e negli uffici UEPE del territorio, indispensabili per consentire loro un reinserimento sociale e lavorativo

Gli operatori si occupano anche degli spostamenti per gli incontri con le famiglie d'origine, affinché possano rimanere sempre in contatto con gli affetti più cari, condividere e gioire con loro per il nuovo percorso di vita intrapreso.

Attualmente la CEC ha a disposizione solo un pulmino per i loro spostamenti, che però risulta essere spesso impiegato per altre attività. 

È quindi molto importante poter disporre di un ulteriore mezzo, come un’auto utilitaria, più adatta per gli spostamenti in città. Per poter acquistarla sono necessari 8.000€; solo con il vostro aiuto sarà possibile raggiungere questo obiettivo e consentire agli operatori di continuare a svolgere al meglio il loro lavoro di guida e sostegno, e consentire ai ragazzi accolti di svolgere tutte le attività necessarie per costruire, giorno dopo giorno, la loro rinascita verso una nuova vita. Perché anche chi ha commesso un errore merita una seconda possibilità.

Puoi sostenere questo progetto in due modi:
  • Dona per una raccolta fondi personale già attiva: qualsiasi contributo, anche il più piccolo, farà la differenza. 
  • Se invece vuoi fare qualcosa di ancora più grande, attiva una raccolta fondi personale e aiutaci a coinvolgere tante nuove persone che altrimenti non potremmo raggiungere, chiedendo ai tuoi amici, familiari e colleghi di sostenerti con una donazione.
Altri modi per donare:
Puoi donare anche con bonifico bancario o bollettino postale.
IBAN: IT04 X030 6909 6061 0000 0008 036
CONTO CORRENTE POSTALE: 12148417
Entrambi intestati a: Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII
Causale da specificare: 24R008 auto CEC Malmissole

2.320 €

29%
8.000 €
4 Donazioni
2 Raccolte fondi

SOSTIENI IL PROGETTO:

crea la tua raccolta fondi o dona per una già attiva

SOSTIENI IL PROGETTO:

crea la tua raccolta fondi
o dona per una già attiva

Condividi
L’uomo non è il suo errore
La CEC “Casa Madre della Speranza” è una realtà di accoglienza della Comunità Papa Giovanni XXIII aperta dal 2018 a Malmissole (FC), presso i locali della Parrocchia San Michele Arcangelo. 

Qui vivono ragazzi a cui, dopo un percorso conoscitivo svolto in carcere, è stato concesso di scontare la pena in maniera alternativa, mettendosi al servizio degli altri e della comunità. Tutti affrontano un percorso molto strutturato che ha il fine di rieducare all’amore grazie alla preghiera, al lavoro, alle responsabilità e al dialogo. La graduale presa di coscienza della gravità del reato e del male commesso, viene accompagnata dalla speranza di poter ricominciare una vita diversa,

Viene offerta loro una nuova possibilità, perché il pensiero alla base del CEC, seguendo le parole di don Oreste Benzi, è che "l’uomo non è il suo errore".

Un’auto nuova per tutte le attività quotidiane
Gli operatori accompagnano i ragazzi accolti in pena alternativa, sia alle visite mediche di cui hanno bisogno, che ai colloqui di lavoro, agli incontri con gli assistenti sociali e negli uffici UEPE del territorio, indispensabili per consentire loro un reinserimento sociale e lavorativo

Gli operatori si occupano anche degli spostamenti per gli incontri con le famiglie d'origine, affinché possano rimanere sempre in contatto con gli affetti più cari, condividere e gioire con loro per il nuovo percorso di vita intrapreso.

Attualmente la CEC ha a disposizione solo un pulmino per i loro spostamenti, che però risulta essere spesso impiegato per altre attività. 

È quindi molto importante poter disporre di un ulteriore mezzo, come un’auto utilitaria, più adatta per gli spostamenti in città. Per poter acquistarla sono necessari 8.000€; solo con il vostro aiuto sarà possibile raggiungere questo obiettivo e consentire agli operatori di continuare a svolgere al meglio il loro lavoro di guida e sostegno, e consentire ai ragazzi accolti di svolgere tutte le attività necessarie per costruire, giorno dopo giorno, la loro rinascita verso una nuova vita. Perché anche chi ha commesso un errore merita una seconda possibilità.

Puoi sostenere questo progetto in due modi:
  • Dona per una raccolta fondi personale già attiva: qualsiasi contributo, anche il più piccolo, farà la differenza. 
  • Se invece vuoi fare qualcosa di ancora più grande, attiva una raccolta fondi personale e aiutaci a coinvolgere tante nuove persone che altrimenti non potremmo raggiungere, chiedendo ai tuoi amici, familiari e colleghi di sostenerti con una donazione.
Altri modi per donare:
Puoi donare anche con bonifico bancario o bollettino postale.
IBAN: IT04 X030 6909 6061 0000 0008 036
CONTO CORRENTE POSTALE: 12148417
Entrambi intestati a: Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII
Causale da specificare: 24R008 auto CEC Malmissole
Condividi

Raccolte fondi che sostengono il progetto

APG23

Dai Ci Stai? È la piattaforma nata per creare raccolte fondi online a sostegno della Comunità Papa Giovanni XXIII, che da più di 50 anni è al fianco di chi ha bisogno.

Hai bisogno di aiuto?

Come funziona?
Scrivi a sostenitori@apg23.org oppure chiama il numero 0543.404693 dal lunedì al venerdì (orari ufficio).

Seguici anche su