Compleanno nell'Europa che non vorrei

Ciao! Mi chiamo Giacomo e oggi compio 20 anni. La scorsa estate ho svolto l'esame di maturità e ho deciso di prendermi una pausa dallo studio: iniziare l'università senza una valida motivazione non era nei miei piani, perciò l'inverno scorso sono partito con Operazione Colomba e sono stato 3 mesi nel progetto Grecia. Questo progetto mi ha reso consapevole di ciò che accade sotto la bandiera di un'Unione Europea considerata accogliente e progressista: campi profughi in cui le persone muoiono perché le ambulanze non arrivano, accoltellamenti, stupri. Migranti che partono con enormi aspettative riguardo l'Europa e si ritrovano a vivere in un container per anni e anni. Un governo di estrema destra che fa di tutto per ostacolare la loro accoglienza e ad esempio sposta i campi profughi lontano dai centri abitati: questo significa lontano dalle scuole, dagli ospedali e da qualsiasi tentativo di integrazione con la popolazione locale. Ciò porta le persone a vivere in uno stato di isolamento che provoca costanti e gravi problemi psicologici.Il compito di noi volontari è quello di far assaggiare un po' di normalità a chi l'ha persa da tempo: un caffè al bar, una cena in compagnia, un bagno al mare oppure un accompagnamento/traduzione in caso di visite mediche o legali, ma soprattutto quello di raccogliere informazioni, di tenere traccia di un qualcosa che altrimenti sarebbe ignorato e dimenticato.Perciò perché non sfruttare un paio di settimane libere prima di iniziare l'università per tornare ad Atene? Penso che il modo migliore per festeggiare il mio compleanno sia insieme a chi è stato semplicemente sfortunato, si è ritrovato a scappare da guerre e violenze, per poi ritrovarsi a soffrire anche psicologicamente.La parola "Grecia" non dovrebbe solo farci venire in mente le famose spiagge di Mykonos o di Corfù, tanto quanto Unione Europea non vuole per forza dire protezione dei diritti umani. Quindi, se ti va, supporta le spese giornaliere che dobbiamo affrontare, come la benzina o il sostentamento di noi volontari! Grazie!

Compleanno nell'Europa che non vorrei

Una raccolta fondi per l'occasione speciale "Compleanno" (08/09/2023)
Raccolta fondi di Giacomo Giordana

Ciao! Mi chiamo Giacomo e oggi compio 20 anni. 

La scorsa estate ho svolto l'esame di maturità e ho deciso di prendermi una pausa dallo studio: iniziare l'università senza una valida motivazione non era nei miei piani, perciò l'inverno scorso sono partito con Operazione Colomba e sono stato 3 mesi nel progetto Grecia


Questo progetto mi ha reso consapevole di ciò che accade sotto la bandiera di un'Unione Europea considerata accogliente e progressista: campi profughi in cui le persone muoiono perché le ambulanze non arrivano, accoltellamenti, stupri. Migranti che partono con enormi aspettative riguardo l'Europa e si ritrovano a vivere in un container per anni e anni. Un governo di estrema destra che fa di tutto per ostacolare la loro accoglienza e ad esempio sposta i campi profughi lontano dai centri abitati: questo significa lontano dalle scuole, dagli ospedali e da qualsiasi tentativo di integrazione con la popolazione locale. Ciò porta le persone a vivere in uno stato di isolamento che provoca costanti e gravi problemi psicologici.


Il compito di noi volontari è quello di far assaggiare un po' di normalità a chi l'ha persa da tempo: un caffè al bar, una cena in compagnia, un bagno al mare oppure un accompagnamento/traduzione in caso di visite mediche o legali, ma soprattutto quello di raccogliere informazioni, di tenere traccia di un qualcosa che altrimenti sarebbe ignorato e dimenticato.


Perciò perché non sfruttare un paio di settimane libere prima di iniziare l'università per tornare ad Atene? Penso che il modo migliore per festeggiare il mio compleanno sia insieme a chi è stato semplicemente sfortunato, si è ritrovato a scappare da guerre e violenze, per poi ritrovarsi a soffrire anche psicologicamente.


La parola "Grecia" non dovrebbe solo farci venire in mente le famose spiagge di Mykonos o di Corfù, tanto quanto Unione Europea non vuole per forza dire protezione dei diritti umani

Quindi, se ti va, supporta le spese giornaliere che dobbiamo affrontare, come la benzina o il sostentamento di noi volontari! Grazie!

1.090 €

-101 Giorni
73%
1.500 €
20 Donazioni
La raccolta fondi sostiene il progetto: In Grecia per camminare accanto alle persone migranti
Obiettivo totale del progetto: 20.000 €

La Grecia è il primo punto di approdo dell’Unione Europea per chi fugge da guerre e persecuzioni. Chi arriva qui spesso si ritrova solo, costretto a vivere in strada. I volontari della Comunità Papa Giovanni XXIII insieme a Operazione Colomba, visitano le persone che vivono dentro e fuori dai campi profughi per offrire loro supporto e servizi e monitorano e denunciano le violazioni dei Diritti Umani subite. La loro presenza è fondamentale: sostienili in questo cammino di pace.

DONA

DONA

APG23

Dai Ci Stai? È la piattaforma nata per creare raccolte fondi online a sostegno della Comunità Papa Giovanni XXIII, che da più di 50 anni è al fianco di chi ha bisogno.

Hai bisogno di aiuto?

Come funziona?
Scrivi a sostenitori@apg23.org oppure chiama il numero 0543.404693 dal lunedì al venerdì (orari ufficio).

Seguici anche su