La banalità del bene

Sono appena tornato dalla Comunità di Pace di San Josè de Apartadò, Colombia. Una comunità di contadini, in una terra verde e rigogliosa, tanto piena di risorse quanto violentata da chi quelle risorse si vuole accaparrare. “Non partecipare direttamente o indirettamente alla guerra” recita uno dei principi cardine della comunità, tanto semplice quanto rivoluzionario, in un contesto in cui la violenza rende ciechi, rabbiosi e incapaci di scegliere. La comunità ha invece scelto a testa alta la voce della nonviolenza, la luce della resistenza pacifica, la solidarietà di essere collettivo, per l’uno e per l’altra. Condividere un pezzo di vita di comunità significa vedere mani forti che lavorano la terra, bambini che sorridono, semi che crescono e piante che danno frutto. Significa anche essere presenza internazionale, preziosa scorta civile, deterrente per gli attori armati presenti nel territorio. Significa camminare per ore nella selva colombiana, sperare di non cadere dalla mula, sapere che all’arrivo ci sarà sempre un pasto caldo, contribuire per un pezzetto alla sicurezza della comunità, accompagnandoli in questa scelta di vita, attivamente neutrali al conflitto che li circonda. Sostieni anche tu la presenza di Operazione Colomba nella Comunità di Pace di San Josè de Apartadò!  “Se avessi tra le mani il seme di un mango, sapendo che richiede molti anni di cure prima che dia frutto, frutto che probabilmente non potrai mai raccogliere… non lo pianteresti ugualmente?”

La banalità del bene

Raccolta fondi di Luigi Albonico

Sono appena tornato dalla Comunità di Pace di San Josè de Apartadò, Colombia.
Una comunità di contadini, in una terra verde e rigogliosa, tanto piena di risorse quanto violentata da chi quelle risorse si vuole accaparrare.
“Non partecipare direttamente o indirettamente alla guerra” recita uno dei principi cardine della comunità, tanto semplice quanto rivoluzionario, in un contesto in cui la violenza rende ciechi, rabbiosi e incapaci di scegliere.
La comunità ha invece scelto a testa alta la voce della nonviolenza, la luce della resistenza pacifica, la solidarietà di essere collettivo, per l’uno e per l’altra.
Condividere un pezzo di vita di comunità significa vedere mani forti che lavorano la terra, bambini che sorridono, semi che crescono e piante che danno frutto.
Significa anche essere presenza internazionale, preziosa scorta civile, deterrente per gli attori armati presenti nel territorio. Significa camminare per ore nella selva colombiana, sperare di non cadere dalla mula, sapere che all’arrivo ci sarà sempre un pasto caldo, contribuire per un pezzetto alla sicurezza della comunità, accompagnandoli in questa scelta di vita, attivamente neutrali al conflitto che li circonda.
Sostieni anche tu la presenza di Operazione Colomba nella Comunità di Pace di San Josè de Apartadò!
 
“Se avessi tra le mani il seme di un mango, sapendo che richiede molti anni di cure prima che dia frutto, frutto che probabilmente non potrai mai raccogliere… non lo pianteresti ugualmente?”

1.535 €

-34 Giorni
77%
2.000 €
26 Donazioni
La raccolta fondi sostiene: Operazione Colomba in Colombia - 2022

La pandemia, negli ultimi anni, ha limitato gli spostamenti dall’Italia verso l’estero e ha colpito duramente anche tutti i paesi dell’’America Latina. Nonostante ciò, i volontari di Operazione Colomba continuano ad essere presenti ed operare nella Comunità di Pace di San José de Apartadó per garantire alla popolazione civile maggiore sicurezza e una speranza di vita migliore.

DONA

DONA

APG23

Dai Ci Stai? È la piattaforma nata per creare raccolte fondi online a sostegno della Comunità Papa Giovanni XXIII, che da più di 50 anni è al fianco di chi ha bisogno.

Hai bisogno di aiuto?

Scrivi a sostenitori@apg23.org oppure chiama il numero 0543.404693 dal lunedì al venerdì (orari ufficio).

Seguici anche su