Una famiglia dove l'umanità rinasce

“Con le persone che accogliamo condividiamo tutto, c’è vita insieme”. Filippo, Casa Famiglia di Atene. Per i profughi, lasciare il campo di Lesbo e raggiungere Atene, la grande città, rappresenta l’opportunità di una nuova vita: un lavoro, una casa, un nuovo inizio. Ma la maggior parte di coloro che riesce a partire è costretta a vivere per strada, insieme alle sue speranze infrante poiché, ottenuta la richiesta di asilo e i documenti, non viene più economicamente supportata dallo Stato e viene lasciata in prenda al proprio destino.Per questo, nella capitale greca, la presenza della Comunità Papa Giovanni XXIII è fondamentale. La Casa Famiglia di mamma Fabiola e papà Filippo accoglie madri sole con figli, persone con disabilità, anziani e rifugiati. Tutto prende vita dal loro “sì” di 7 anni fa, quando, partiti dall’Italia con i loro figli, hanno scelto di condividere le sofferenze e le speranze delle persone che, da quel giorno, vivono con loro. Qui chi è disperato ritrova un calore dimenticato, la dignità perduta, un letto comodo e un posto accogliente: una famiglia in cui ci si riscopre amati. Ma ora hanno bisogno di aiuto.Le spese per la casa sono tante: affitto mensile, bollette, cibo per tutte le persone accolte. Tra queste, poi, si aggiungono l’assistenza legale a quei profughi che hanno bisogno di un sostegno nella tutela dei loro diritti e nella costruzione di uno stile di vita dignitoso e di una maggiore autonomia.Per questo mamma Fabiola e papà Filippo hanno bisogno di te. Dona ora e aiuta la loro grande famiglia, un luogo sicuro dove l’umanità rinasce. Grazie.

Una famiglia dove l'umanità rinasce

“Con le persone che accogliamo condividiamo tutto, c’è vita insieme”. Filippo, Casa Famiglia di Atene. 

Per i profughi, lasciare il campo di Lesbo e raggiungere Atene, la grande città, rappresenta l’opportunità di una nuova vita: un lavoro, una casa, un nuovo inizio. Ma la maggior parte di coloro che riesce a partire è costretta a vivere per strada, insieme alle sue speranze infrante poiché, ottenuta la richiesta di asilo e i documenti, non viene più economicamente supportata dallo Stato e viene lasciata in prenda al proprio destino.

Per questo, nella capitale greca, la presenza della Comunità Papa Giovanni XXIII è fondamentale. 

La Casa Famiglia di mamma Fabiola e papà Filippo accoglie madri sole con figli, persone con disabilità, anziani e rifugiati. 

Tutto prende vita dal loro “sì” di 7 anni fa, quando, partiti dall’Italia con i loro figli, hanno scelto di condividere le sofferenze e le speranze delle persone che, da quel giorno, vivono con loro. Qui chi è disperato ritrova un calore dimenticato, la dignità perduta, un letto comodo e un posto accogliente: una famiglia in cui ci si riscopre amati. Ma ora hanno bisogno di aiuto.


Le spese per la casa sono tante: affitto mensile, bollette, cibo per tutte le persone accolte. Tra queste, poi, si aggiungono l’assistenza legale a quei profughi che hanno bisogno di un sostegno nella tutela dei loro diritti e nella costruzione di uno stile di vita dignitoso e di una maggiore autonomia.

Per questo mamma Fabiola e papà Filippo hanno bisogno di te. Dona ora e aiuta la loro grande famiglia, un luogo sicuro dove l’umanità rinasce. Grazie.



7.515 €

63%
12.000 €
2 Donazioni
La raccolta fondi sostiene: Ho un Fratello a Lesbo che mi aspetta

Migliaia di uomini, donne e bambini scappati da guerre e miseria, arrivano al campo profughi di Lesbo, in Grecia, con la speranza di un nuovo inizio ma qui scoprono solo altra sofferenza. La Comunità Papa Giovanni XXIII ha scelto di essere a Lesbo per condividere il dramma di questa umanità, per dare voce a queste persone inascoltate. La presenza dei volontari della Comunità e di Operazione Colomba (corpo nonviolento di pace della Comunità) e l’accoglienza nella casa famiglia di Atene è indispensabile: aiutaci ad essere presenti a fianco di uomini, donne e bambini che soffrono in un silenzio disperato. Loro hanno bisogno di noi, ora.

DONA

DONA

APG23

Dai Ci Stai? È la piattaforma nata per creare raccolte fondi online a sostegno della Comunità Papa Giovanni XXIII, che da più di 50 anni è al fianco di chi ha bisogno.

Hai bisogno di aiuto?

Scrivi a sostenitori@apg23.org oppure chiama il numero 0543.404693 dal lunedì al venerdì (orari ufficio).

Seguici anche su