Un nuovo tetto per continuare ad amare!

Ciao a tutti! Mi chiamo Alma e da sette mesi mi trovo a Santiago del Cile per svolgere il mio servizio civile con la Comunità Papà Giovanni XXIII. Sono diversi i progetti nei quali sono inserita ma sono qui per parlarvi del Comedor, il progetto al quale sono più legata. Il Comedor è una mensa sociale situata a Peñalolén, una delle comunas più povere di Santiago, che garantisce un servizio mensa quotidiano a persone senza fissa dimora, anziani, famiglie povere ed emarginate in difficoltà economiche e sociali.La struttura, che è stata aperta nel 1997, oltre a dare una risposta al bene primario, costituisce uno strumento di monitoraggio delle necessità fisiche e psicologiche degli utenti che la frequentano. È proprio per questo che noi volontari, oltre a preparare le colazioni e i pasti caldi, ci ritroviamo in relazioni sociali che nascono e si creano in maniera naturale e autentica. Utilizziamo il cibo come mezzo di comunicazione. Ci immergiamo nelle loro storie e nelle loro vite cercando di condividere più tempo possibile instaurando così un rapporto di sostegno. Le persone che vengono al Comedor, trovano in questa struttura non solo da mangiare, prodotti per l'igiene personale e vestiti ma anche un luogo accogliente, sicuro e caldo. È un luogo frequentato durante tutto l'anno ma è l'inverno la stagione che ci preoccupa di più. Molti di loro vivono in strada e trovano nel Comedor un rifugio dal freddo, dalle piogge e anche dai pericoli delle strade di Santiago. Negli ultimi mesi proprio queste piogge hanno creato gravi problemi al tetto causando allagamenti nella struttura. Ciò ovviamente ha scaturito un malfunzionamento della struttura stessa e diverse difficoltà per noi nello svolgere le varie mansioni in cucina. La stagione invernale è alle porte ed è per questo che ho deciso personalmente di aprire la raccolta fondi contribuendo così ai lavori di ristrutturazione (costo totale dei lavori 4000€) che dovranno avvenire prima dell'arrivo del freddo.Ci tengo molto a precisare che il Comedor non è solo una mensa. Per alcuni è come una casa dove trovare rifugio e per noi è un piacere dare sostegno, appoggio e ascolto accogliendoli senza giudicare. Sono questi alcuni dei valori della Comunità, del Comedor e di Don Oreste che affermava che "L'uomo non è il suo errore". Spero che questo si veda e si noti anche dalle foto e dai video che abbiamo girato per farvi conoscere le persone che incontriamo ogni giorno.Vorrei già ringraziare tutte le persone che mi aiuteranno e mi sosterranno in questa campagna, non è importante solo per me ma soprattutto per tutte quelle persone a cui possiamo dare voce insieme!

Un nuovo tetto per continuare ad amare!

Raccolta fondi di Alma Lukaj

Ciao a tutti! Mi chiamo Alma e da sette mesi mi trovo a Santiago del Cile per svolgere il mio servizio civile con la Comunità Papà Giovanni XXIII. Sono diversi i progetti nei quali sono inserita ma sono qui per parlarvi del Comedor, il progetto al quale sono più legata. Il Comedor è una mensa sociale situata a Peñalolén, una delle comunas più povere di Santiago, che garantisce un servizio mensa quotidiano a persone senza fissa dimora, anziani, famiglie povere ed emarginate in difficoltà economiche e sociali.


La struttura, che è stata aperta nel 1997, oltre a dare una risposta al bene primario, costituisce uno strumento di monitoraggio delle necessità fisiche e psicologiche degli utenti che la frequentano. È proprio per questo che noi volontari, oltre a preparare le colazioni e i pasti caldi, ci ritroviamo in relazioni sociali che nascono e si creano in maniera naturale e autentica. Utilizziamo il cibo come mezzo di comunicazione. Ci immergiamo nelle loro storie e nelle loro vite cercando di condividere più tempo possibile instaurando così un rapporto di sostegno. Le persone che vengono al Comedor, trovano in questa struttura non solo da mangiare, prodotti per l'igiene personale e vestiti ma anche un luogo accogliente, sicuro e caldo. 


È un luogo frequentato durante tutto l'anno ma è l'inverno la stagione che ci preoccupa di più. Molti di loro vivono in strada e trovano nel Comedor un rifugio dal freddo, dalle piogge e anche dai pericoli delle strade di Santiago. Negli ultimi mesi proprio queste piogge hanno creato gravi problemi al tetto causando allagamenti nella struttura. Ciò ovviamente ha scaturito un malfunzionamento della struttura stessa e diverse difficoltà per noi nello svolgere le varie mansioni in cucina. La stagione invernale è alle porte ed è per questo che ho deciso personalmente di aprire la raccolta fondi contribuendo così ai lavori di ristrutturazione (costo totale dei lavori 4000€) che dovranno avvenire prima dell'arrivo del freddo.


Ci tengo molto a precisare che il Comedor non è solo una mensa. Per alcuni è come una casa dove trovare rifugio e per noi è un piacere dare sostegno, appoggio e ascolto accogliendoli senza giudicare. Sono questi alcuni dei valori della Comunità, del Comedor e di Don Oreste che affermava che "L'uomo non è il suo errore". Spero che questo si veda e si noti anche dalle foto e dai video che abbiamo girato per farvi conoscere le persone che incontriamo ogni giorno.


Vorrei già ringraziare tutte le persone che mi aiuteranno e mi sosterranno in questa campagna, non è importante solo per me ma soprattutto per tutte quelle persone a cui possiamo dare voce insieme!

1.106 €

-17 Giorni
74%
1.500 €
31 Donazioni
La raccolta fondi sostiene il progetto: Un aiuto urgente per la mensa “Nonno Oreste” in Cile
Obiettivo totale del progetto: 6.500 €

La mensa di Peñalolén, in Cile, ha urgente bisogno di effettuare dei lavori di ristrutturazione dal costo di 4.000€. Le forti piogge hanno danneggiato il tetto e la struttura ha frequenti allagamenti. Le donazioni ulteriori saranno utilizzate per coprire i costi di tinteggiatura e di riparazione dei bagni. Aiuta i volontari del Comedor a raggiungere l’obiettivo per permettere loro di continuare a stare al fianco di chi non ha più niente e nessuno.

DONA

DONA

APG23

Dai Ci Stai? È la piattaforma nata per creare raccolte fondi online a sostegno della Comunità Papa Giovanni XXIII, che da più di 50 anni è al fianco di chi ha bisogno.

Hai bisogno di aiuto?

Come funziona?
Scrivi a sostenitori@apg23.org oppure chiama il numero 0543.404693 dal lunedì al venerdì (orari ufficio).

Seguici anche su