Proteggiamo gli studenti di At-Tuwani

Dal 2004 i volontari di Operazione Colomba vivono nel villaggio palestinese di At-Tuwani. La presenza dei volontari è necessaria perché monitorano ogni giorno la scorta militare israeliana che accompagna i bambini palestinesi in un percorso di 3km a piedi fino alla scuola, oltre che denunciare le violazioni dei Diritti Umani che troppo spesso accadono in quei luoghi e che continuano ad aumentare. Sostieni i nostri volontari per garantire ai bambini e alle famiglie di quel luogo sicurezza e protezione.

Proteggiamo gli studenti di At-Tuwani

Dal 2004 i volontari di Operazione Colomba vivono nel villaggio palestinese di At-Tuwani. La presenza dei volontari è necessaria perché monitorano ogni giorno la scorta militare israeliana che accompagna i bambini palestinesi in un percorso di 3km a piedi fino alla scuola, oltre che denunciare le violazioni dei Diritti Umani che troppo spesso accadono in quei luoghi e che continuano ad aumentare. Sostieni i nostri volontari per garantire ai bambini e alle famiglie di quel luogo sicurezza e protezione.
Fatmi, Omar, Amira, Nur, sono solo alcuni dei bambini palestinesi dei villaggi di Tuba e Maghayir al Abeed. Hanno tra i 6 e i 17 anni e un grande desiderio: andare a scuola in pace.
I loro villaggi, situati tra le aride colline vicino Hebron, nel sud della Cisgiordania, sono piccoli, dignitosi ma essenziali: la vita è scandita principalmente dalla pastorizia. La scuola più vicina, l’unica di tutta l’area, è nel villaggio di At-Tuwani, a circa 3 km di distanza, un percorso di una ventina di minuti a piedi che i bambini, tutti insieme, devono percorrere ogni giorno, la mattina presto per andare a scuola, il pomeriggio per tornare a casa.
Fin qui sembrerebbe una storia comune. I territori toccati durante questo tragitto, però, rientrano nei territori dell’occupazione israeliana: Ma’on e Havat Ma’on. Ma’on è una colonia israeliana, Havat Ma’on un avamposto al suo fianco, l’inizio dell’occupazione di altre terre palestinesi. Questo è illegale per il Diritto internazionale, gli avamposti persino per il Diritto israeliano, che fa però spallucce a mire espansionistiche tutt’altro che nascoste.
Ma’on e Havat Ma’on si trovano proprio lì, su quei 3 km da percorre a piedi: 3 km di "apnea" e paura per un gruppo di bambini che vogliono andare a scuola, cercando tra i libri il riscatto di una vita, di una comunità, di una storia. 
Più volte i bambini sono stati inseguiti, minacciati, malmenati e molte altre è stato impedito loro di passare lungo quella via: “questa terra è nostra, andatevene!”. Purtroppo, non ci sono grosse alternative: l’unica altra possibilità è quella di percorrere una strada, molto più lunga, che obbligherebbe i ragazzi a oltre un’ora di cammino sotto il sole cocente del sud della Cisgiordania.
Da oltre quindici anni, gli Operatori di Pace di Operazione Colomba vivono ad At-Tuwani con lo scopo, tra gli altri, di monitorare la scorta militare israeliana che non perde occasione di venir meno al proprio mandato: spesso si presenta in ritardo, facendo perdere ore di scuola ai ragazzi, o proprio non si presenta, obbligando i bambini a scegliere tra il rischio di essere aggrediti e la rinuncia alle lezioni.
La presenza dei volontari di OC è un sospiro di sollievo per questi bambini: il monitoraggio costante; le richieste alla base militare quando la scorta è in ritardo; le attese insieme; il camminare al loro fianco (come scorta civile, internazionale e nonviolenta) quando i militari non si presentano, pronti, in caso di attacco, ad interporsi e a registrare ogni violazione… tutto questo è fonte di maggiore sicurezza per i giovani scolari di Tuba e Maghayir al Abeed.
Per questo vi chiediamo di sostenere la presenza di almeno due nostri volontari in quell’area, in modo che possano monitorare costantemente questa situazione e  accompagnare questi bambini e ragazzi nel loro percorso verso un futuro diverso. 

330 €

7%
5.000 €
3 Donazioni
Condividi
La raccolta fondi sostiene: Operazione Colomba in Palestina - 2022

I volontari di Operazione Colomba, corpo nonviolento di pace della Comunità Papa Giovanni XXIII, sono presenti nel villaggio palestinese di At-Tuwani dal 2004. La loro presenza è necessaria perché monitorano ogni giorno la scorta militare israeliana che accompagna i bambini palestinesi in un percorso di 3km a piedi fino alla scuola, oltre che denunciare le violazioni dei Diritti Umani che troppo spesso accadono in quei luoghi. Sostieni i nostri volontari per garantire ai bambini e alle famiglie di quel luogo sicurezza e protezione.

DONA

DONA

APG23

Dai Ci Stai? È la piattaforma nata per creare raccolte fondi online a sostegno della Comunità Papa Giovanni XXIII, che da più di 50 anni è al fianco di chi ha bisogno.

Hai bisogno di aiuto?

Scrivi a sostenitori@apg23.org oppure chiama il numero 0543.404693 dal lunedì al venerdì (orari ufficio).

Seguici anche su