Operazione Colomba in Libano - 2022

Nonostante la pandemia, i volontari di Operazione Colomba continuano a condividere la vita e ad operare al fianco dei profughi siriani che ancora vivono nei campi di tutto il Paese. Sostenerli in questo periodo così faticoso, dove sono difficili anche solo gli spostamenti, significa credere ancora nella forza delle relazioni e nella pace che nasce dal rimanere vicini e sognare insieme.

Operazione Colomba in Libano - 2022

Nonostante la pandemia, i volontari di Operazione Colomba continuano a condividere la vita e ad operare al fianco dei profughi siriani che ancora vivono nei campi di tutto il Paese. Sostenerli in questo periodo così faticoso, dove sono difficili anche solo gli spostamenti, significa credere ancora nella forza delle relazioni e nella pace che nasce dal rimanere vicini e sognare insieme.

Dal 2013 Operazione Colomba è presente al fianco dei profughi siriani nel campo di Tel Abbas, nel nord del Libano, e in altri campi nella valle della Bekaa.
La situazione in Siria, dove dal 2011 si combatte una guerra che vede contrapporsi diverse forze filo e anti governative, rimane disastrosa: 400 mila morti, 6 milioni e mezzo di sfollati, 5 milioni di profughi costretti ad abbandonare il Paese; di questi più di un milione ha cercato riparo nel confinante Libano (di soli 4,5 milioni di abitanti).
I volontari di Operazione Colomba vivono insieme ai profughi per star loro accanto ed aiutarli nella quotidianità.
La presenza dei volontari è necessaria: visitano le famiglie più fragili per dar loro sostegno; creano momenti di incontro per placare le tensioni e favorire il dialogo; organizzano momenti di svago e animazione per i bambini; raccolgono testimonianze utili a monitorare e denunciare le violazioni dei Diritti Umani; partecipano all'accoglienza di famiglie siriane in Italia ed Europa attraverso i Corridoi Umanitari; sostengono e promuovono la “Proposta di Pace” per la Siria elaborata insieme ai profughi siriani, grazie anche al supporto di alcune Istituzioni e della società civile.
La presenza dei volontari attenua la durezza della vita nel campo profughi (particolarmente difficile a causa dell'estrema povertà, delle tensioni e della mancanza di prospettive), ma la situazione è ancora critica e le condizioni dei profughi sono state rese ancor più precarie dall’emergenza sanitaria scaturita dalla pandemia. Sostieni i volontari per costruire insieme a loro la pace. 

105 €

1%
20.000 €
6 Donazioni
2 Raccolte fondi

SOSTIENI IL PROGETTO:

crea la tua raccolta fondi o dona per una già attiva

SOSTIENI IL PROGETTO:

crea la tua raccolta fondi
o dona per una già attiva

Condividi
Dal 2013 Operazione Colomba è presente al fianco dei profughi siriani nel campo di Tel Abbas, nel nord del Libano, e in altri campi nella valle della Bekaa.
La situazione in Siria, dove dal 2011 si combatte una guerra che vede contrapporsi diverse forze filo e anti governative, rimane disastrosa: 400 mila morti, 6 milioni e mezzo di sfollati, 5 milioni di profughi costretti ad abbandonare il Paese; di questi più di un milione ha cercato riparo nel confinante Libano (di soli 4,5 milioni di abitanti).
I volontari di Operazione Colomba vivono insieme ai profughi per star loro accanto ed aiutarli nella quotidianità.
La presenza dei volontari è necessaria: visitano le famiglie più fragili per dar loro sostegno; creano momenti di incontro per placare le tensioni e favorire il dialogo; organizzano momenti di svago e animazione per i bambini; raccolgono testimonianze utili a monitorare e denunciare le violazioni dei Diritti Umani; partecipano all'accoglienza di famiglie siriane in Italia ed Europa attraverso i Corridoi Umanitari; sostengono e promuovono la “Proposta di Pace” per la Siria elaborata insieme ai profughi siriani, grazie anche al supporto di alcune Istituzioni e della società civile.
La presenza dei volontari attenua la durezza della vita nel campo profughi (particolarmente difficile a causa dell'estrema povertà, delle tensioni e della mancanza di prospettive), ma la situazione è ancora critica e le condizioni dei profughi sono state rese ancor più precarie dall’emergenza sanitaria scaturita dalla pandemia. Sostieni i volontari per costruire insieme a loro la pace. 
Condividi

Raccolte fondi che sostengono il progetto

Notizie dai fundraiser

APG23

Dai Ci Stai? È la piattaforma nata per creare raccolte fondi online a sostegno della Comunità Papa Giovanni XXIII, che da più di 50 anni è al fianco di chi ha bisogno.

Hai bisogno di aiuto?

Scrivi a sostenitori@apg23.org oppure chiama il numero 0543.404693 dal lunedì al venerdì (orari ufficio).

Seguici anche su